Parroci:

brambilladonivano2016







Brambilla don Ivano

negrello_padre_adriano






Negrello padre Adriano (omf conv.)

Sacerdoti residenti-collaboratori: Zasio mons. Enrico, Giazzon don Aldo.

comunita_religiose

Frati Minori Conventuali, congregazione della Madre Del Carmelo.  



ricorrenza

24 Giugno San Giovanni Battista 

MAIL
Per richiesta documenti - for documents:
parrocopedavena@gmail.com
Per altre informazioni: info@parrocchiapedavena.it

adorazione_eucaristica










Ora di Adorazione Eucaristica, ogni prima domenica del mese dalle ore 17.30.

Croce_potenziata





Ogni venerdì prima della S. Messa Rosario per la pace in Terra Santa.


confessione








CONFESSIONI IN CHIESA A PEDAVENA:  SABATO DALLE 16 ALLE 17


Il Vangelo della domenica


Domenica 26 febbraio 2017 

VIII Domenica del Tempo Ordinario - Anno A

Colore liturgico: verde

Vangelo - Mt 6,24-34

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:

«Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l'uno e amerà l'altro, oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire Dio e la ricchezza.

Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito?

Guardate gli uccelli del cielo: non seminano e non mietono, né raccolgono nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non valete forse più di loro? E chi di voi, per quanto si preoccupi, può allungare anche di poco la propria vita?

E per il vestito, perché vi preoccupate? Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora, se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani si getta nel forno, non farà molto di più per voi, gente di poca fede?

Non preoccupatevi dunque dicendo: "Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?". Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno.

Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta.

Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena».

Io non ti dimenticherò mai!

Dio è amore! Non possono mancare in Lui quelle intensissime e divine tenerezze che noi attribuiamo di preferenza alle nostre buone mamme. "Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se costoro si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai". Non è soltanto una splendida dichiarazione di amore: tutta la storia della salvezza è la conferma di questo amore viscerale di Dio per le sue creature. Egli è il Dio fedele lento all'ira e grande nell'amore. Egli perdona, Egli è la mia misericordia, dice un salmista! Egli attende con impazienza il figlio che si è perduto; non vede l'ora di dargli il suo abbraccio e riaverlo come figlio. Egli manda i suoi a compiere e perpetuare la sua missione nel mondo. Sono i suoi servi e i suoi amministratori dai quali esige assoluta fedeltà perché Egli per primo è fedele. Egli è per tutti il Dio provvido. Con l'esistenza ci ha dato nel nostro meraviglioso abitat anche tutto il necessario per vivere senza troppi affanni il tempo e prepararci all'eternità. Nella preghiera che Egli ci ha insegnato ci invita a chiedere il pane quotidiano, che per noi non significa soltanto il necessario al nostro corpo, ma anche quanto ci nutre nell'anima; la sua Parola e il Pane di vita. Per questo ci insegna ad essere sapienti, saper discernere cioè i veri valori: quelli del tempo e quelli dell'eternità. Ci dice: "Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena." Ci siamo costruito le nostre umane sicurezze e abbiamo spento in noi la fede nella divina Provvidenza. Sono nate le ingordigie, gli affanni, le inquietudini e tutto ciò che scaturisce da questo. Dobbiamo riscoprire e tornare a vivere nella fede in Dio e immergerci ancora nel suo amore per acquietare i nostri animi e sopire i nostri appetiti smodati. Dio ci illumini! Amen.

tratto da: iturgia.silvestrini.org


GIORNI DI SPIRITUALITA'

Avrete probabilmente sentito parlare della proposta che il vescovo Renato e il Consiglio Pastorale diocesano ci hanno fatto per l?inizio della Quaresima, ormai alle porte. Certamente avrete notato il manifesto affisso alle porte di chiesa.

La Quaresima è un momento particolare nella vita di una comunità cristiana e per questo, accogliendo l?invito del Vescovo, vorremmo che i primi suoi giorni fossero un buon inizio, una giusta intonazione. Sono stati chiamati Giorni dello Spirito e di comunità.

Il 1° marzo è il mercoledì delle Ceneri e lo celebreremo come di consueto?

Nei tre giorni successivi ? giovedì, venerdì e sabato ? sono previste tre serate. Sarà per la nostra comunità cristiana un?occasione per guardarci in volto e incoraggiarci a vicenda, facendo insieme:

 un momento di preghiera sulla Parola di Dio, diverso dal solito,

 e anche un momento di condivisione sul nostro vivere oggi «nella gioia del Vangelo», a partire da

alcuni spunti di riflessione.

 uno spuntino (o un po? di cena),

Vi invitiamo a partecipare, in base alle vostre disponibilità: potete scegliere di partecipare a tutte tre le serate o anche all?una o all?altra serata, secondo le vostre disponibilità. Anche all?interno di una stessa serata potete unirvi ai partecipanti nel momento e per il tempo che avete a disposizione. Troverete sempre la porta aperta. Questo invito è esteso a tutti: giovani, adulti e anziani. È importante considerare che questa iniziativa avverrà in tutte le parrocchie della nostra Diocesi, pressappoco con il seguente programma:

 Mercoledì 1° marzo alle ore 18:30 celebreremo l?Eucaristia con il rito delle ceneri a Pedavena.

 Giovedì 2 marzo terremo la prima serata dei Giorni dello Spirito e di comunità: ci diamo

appuntamento presso la Casa Emmaus a Facen a partire dalle ore 19.30, prevedendo un

momento di preghiera, un momento di condivisione.

 Venerdì 3 marzo appuntamento alle ore 19:30 con lo stesso schema.

 Sabato 4 marzo alle ore 20:00, (al termine dei tre incontri è prevista una semplice cena insieme,

dopo la preghiera e la condivisione). Sarete tutti benvenuti. Noi vi aspettiamo.




YouTube Video


Google






per informazioni potete scrivere al Webmaster: info@parrocchiapedavena.it


Site Map